domenica 23 agosto 2009

Vacanze 2009: e' gia' polemica

Eccomi tornato da due settimane bellissime in Grecia, su e giu' per il Peloponneso, rilassato e pronto a ricominciare la vita.
Ho seguito poco o nulla delle vicende politiche mondiali o nostrane, solamente qualche sprazzo dei Mondiali di Atletica Leggera di Berlino, puntualmente soppiantati dalla Champions League (maledetto calcio!).
Alcune cose, pero', mi hanno comunque lasciato l'amaro in bocca e meritano una critica dura e serrata, tanto che pensavo di promuovere alcuni gruppi su FaceBook, anche se ammetto di non usare e frequentare molto il cosiddetto social network.

La prima cosa che mi ha offeso, in quanto essere umano, e non ha purtroppo nulla a che fare con una popolazione ben specifica (non so se sia una consolazione o una tortura), sono i mozziconi di sigaretta.
Gia' da ciclista/motociclista odio tutti coloro che, con disprezzo dei pedoni e delle due ruote, gettano le sigarette dal finestrino in corsa, incuranti di tutto quanto stia attorno a loro. "Non posso spgnerle in auto", si difendono "perche' poi puzzano". Questa la squallida scusa accampata.
Ora, se possibile, odio ancor di piu' il popolo dei tabagisti in vacanza, perche' trasformano paradisi incontaminati e splendidi, spiagge bianche ed acque cristalline, in enormi posacenere. Una volta gli ombrelloni avevano un apposito scomparto per le sigarette: ora non piu'. E cosi' i bambini giocano fra i mozziconi e noi, poveri sensibili non-fumatori, stendiamo i nostri teli su tappeti di nicotina.

La seconda cosa (e questa si' mi ha fatto capire di essere tornato nel Belpaese essendo una nostra prerogativa), e' la totale incapacita' della maggior parte degli automobilisti nostrani di occupare la corsia piu' a destra in autostrada. E non lamento questa cosa da autista frustrato che, dovendo sfogare i suoi 1.000 cavalli sull'asfalto, e' costretto a pericolosi zig-zag, ma da semplice utente che, nel rispetto dei limiti di velocita', e' comunque costretto a rischiosi slalom per evitare familiari, utilitarie e compatte ferme a 90-110 km/h nella corsia centrale.
Perche' non riusciamo a lasciare libera questa maledetta corsia? perche', traffico permettendo, non siamo in grado di mollare per un attimo l'osso conquistato a discapito di altri, e consentire un piu' regolare e sicuro fluire del traffico?

Non trovo risposte.

Saluti

8 commenti:

the muffin woman pat ha detto...

mi tranquillizza sapere che non sono la sola apensare ciò. in realtà io vorrei sapere perchè si può gudidare e fumare contemporaneamente.
perchè non fanno la multa a chi butta la sigaretta dal finestrino.
perchè a scuola insieme a storia e geografia non insegnano anche l'educazione.
perchè la gente butta l'immondizia per terra.
a me dicevano sempre "a casa tua, faresti così?"

andreacamporese ha detto...

anche a me dicevano così... forse hanno smesso.
Saluti

Euterpe ha detto...

Sono stato da pochi giorni in Austria e Repubblica Ceca.Ti posso assicurare che la corsia di sorpasso più a sinistra in condizioni normali di traffico è spesso vuota.Forse noi Italiani superfrustrati pensiamo di prenderci una rivincita sulle amarezze quotidiane anche così.Certo che se fosse questo il motivo siamo conciati bene.....

andreacamporese ha detto...

Si capisce quando attraversi il confine con Austria o Germania, perchè nessuno ti si pianta più a pochi centrimetri dal sedere sfanalando come un ossesso.
Credo anche io che per noi italiani l'autostrada sia il terreno per dimostrare agli altri chi è più grosso e forte.
Saluti

Un matto ha detto...

Consiglio a tutti per ritemprarsi e vivere un pò meglio la visita di questo sito www.vivereconlentezza.it e la lettura del "piccolo" libro di Contigiani. Magari non troveremo la soluzione a tutti i nostri problemi, ma qualche risposta forse si.
Un abbraccio

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Sulle autostrade e gli italiani ci sarebbe tanto da dire da scriverci un trattato.

Io vorrei invece prendermela con chi ti costringe a non rispettare i limiti di velocità quando sei a destra

Spesso mi é capitato di provare a rispettare limiti di velocità (peraltro a volte davvero eccessivamente bassi) stando nella corsia di destra e mi sono trovato Tir che lampeggiavano e a momenti mi venivano addosso perché andavano più veloce ed oltre i limiti.

Anche questo dovrebbe essere stigmatizzato. E' un altro aspetto del malcostume italico.

Quanto alle sigarette concordo con il primo commento: perché il cell distrae e la sigaretta no? Le mani le tiene occupate anche la sigaretta, anche la sigaretta a suo modo é distraente quindi io vieterei il fumare in auto.

Matteo ha detto...

Sono perfettamente d'accordo e anzi in queste vacanze ho fatto le tue stesse riflessioni, sui mozziconi di sigaretta in spiaggia e sul comportamento degli automobilisti. Alcuni addirittura a 110 km/h occupano la corsia di sorpasso. E' mai possibile che debbano esserci ingorghi anche in quei rarissimi tratti a tre corsie?

Charlie68g ha detto...

Sono appena tornato dall'Irlanda e devo dire che lì sono organizzatissimi, oltre che ai numerosissimi cestini per le sigarette, hanno anche i cestini per le gomme da masticare. Io mi sono organizzato e ho un posacenere portatile, smontato da una panda, che mi porto appresso quando vado in spiaggia.
Per la guida a destra che dire, ti straquoto alla grande, dovrebbero multarle le persone che si ostinano a restare sulla corsia centrale quando quella di destra è vuota, sarebbe una delle poche multe che troverei più che giustificate.

ps per le donne, okkio che se multano i fumatori alla guida dovrebbero multare anche le donne che si truccano in auto