martedì 15 ottobre 2013

Voto segreto o voto palese?

La classe politica continua a ciarlare senza concludere nulla, e anzi aumentando il divario fra sè stessa e la gente. Il voto palese non è una questione "contro" Berlusconi (troppo semplicistico e riduttivo considerarla tale), ma una forma di chiarezza del lavoro dei parlamentari che noi paghiamo (non li votiamo ancora direttamente, speriamo presto). Quindi trovo squallida tutta la discussione nata perchè ha il solito sapore di difesa di posizione di rendita piuttosto che di onestà intellettuale. 
Spero che il Centro Sinistra non perda un'altra buona occasione per dimostrare di aver davvero deciso di tagliare i ponti con 20 anni di berlusconismo di cui (a fasi alterne, ben inteso), si è reso complice.

Saluti

Nessun commento: