martedì 8 dicembre 2009

Speriamo che muoia

Non ce lo siamo tolto dai piedi dopo quindici anni di mal governo, dopo le leggi ad personam, dopo le puttane, dopo le barzellette agli appuntamenti internazionali, dopo che ha dato del nazista a Schultz, dopo i mille processi caduti in prescrizione e dai quali NON e' uscito pulito, dopo gli stentati tentativi dell'opposizione di batterlo sul suo terreno, dopo che ci siamo resi conto che aveva fatto tabula rasa di una generazione di politici e dei valori etico morali. Non ce lo siamo levati di torno dopo le dichiarazioni di uno dei pentiti (Spatuzza) piu' attendibili degli ultimi tempi, dopo gli evidenti attacchi alla magistratura, dopo i fuori onda di Fini, dopo le chiare ammissioni di difesa dei collusi con la mafia.
Non ce lo siamo tolti di torno dopo tutto questo e l'opposizione, ancora, non ha capito come fare, come rispondere alla terra bruciata ideologica che sta facendo attorno a se', che tipo di proposta concreta fare per poter ricominciare a parlare di politica e societa', invece che sempre e solo di lui. L'opposizione ancora non ha capito come fare per poter ricominciare a parlare di Italia (come fa Fini, almeno lui), per poter dare una risposta ai precari ed ai pensionati, per poter dare una prospettiva ai giovani che non siano solo veline e tronisti, ma anche laureati d'eccellenza e ricercatori equamente pagati. L'unica cosa che stiamo facendo e' continuare a fare cagnara attorno alle origini della Sinistra, in manifestazioni folkloristiche ma che non sono e non possono essere la proposta politica alternativa, non ultimo il "No B Day". Che cosa avrebbe dovuto significare? certo, io sono per le manifestazioni di Piazza, ci mancherebbe, ma a che pro? e dov'e' la proposta di un'alternativa politica? in Toscana, dove mi trovavo nel fine settimana, c'erano i manifesti di Rifondazione che chiamavano alla parteciapazione al No B Day (ma non doveva essere una manifestazione apolitica?!?), ed io mi domandavo "Siete ancora qui a chiamare in Piazza (con la P maiuscola per il rispetto che ne nutro), quella stessa gente che avete tradito facendovi sbattere fuori dal Parlamento, e non vi vergognate? non avete trovato ancora un terreno di dialogo per un programma politico, che non sia solo l'antiberlusconismo, e siete ancora qui a chiedere al Popolo di scendere in Piazza per scalzare Berlusconi? come se una manifestazione fosse sufficiente?". Questo mi dicevo tirando dritto.
Perche' la verita' e' che viviamo in un'Italia dove ormai chi segue le regole e' uno stupido e chi paga le tasse ancor di piu' . L'idraulico che mi deve rifare il bagno prende per quattro giorni di lavoro, in nero, come me in due mesi: ed io, Signor Presidente, sono un laureato!!! non che il titolo debba necessariamente aprire tutte le porte, e certo che contano la bravura, l'esperienza e la dedizione, ma non e' nemmeno possibile che le cose stiano cosi', prendere o lasciare. O dovrei sperare anche io di incontrare un "Figlio/a di Berlusconi" per sistemarmi tutta la vita?!?

L'unica possibilita' credibile, quindi, e' che ci resti secco... o che ce lo teniamo cosi', finche' l'Italia non sara' ridotta talmente male che allora saremo tutti pronti a spergiurare che "No! io non l'ho mai votato", come dopo il vent'ennio fascista.

Saluti

5 commenti:

pia ha detto...

Non manca nulla, neanche la speranza.
Così è.

Daniela ha detto...

deve scoppiare...o lui o l'Italia

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Esatto; l'opposizione non ha ancora capito o voluto capire che deve dare risposte alla gente sui problemi veri che l'ansiano quotidianamente; ma sembrano sordi da questo punto di vista....

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Cosi facendo fanno il suo gioco purtroppo////

un matto ha detto...

...cambia idraulico...