giovedì 12 marzo 2009

La Memoria non si Cancella

Il PD propone assegni per i disoccupati ed il Governo li nega, dicendo che non fermeranno la crisi.
Il PD propone ai parlamentari di tagliarsi lo stipendio del 25% per creare un fondo solidarietà, ma il Governo grida alla propaganda.
Il PD propone un'extra tassa per i redditi superiori ai 120.000 €/mese, Bossi, novello Robin Hood, sembra d'accordo, ma il Governo sbuffa e non ci sta.
Berlusconi promette pene severe per coloro che pubblicheranno o anche solo parleranno di intercettazioni telefoniche.
Berlusconi propone che solamente i capigruppo dei diversi schieramenti debbano votare in Parlamento: nuove regole per snellire la macchina democratica.
Berlusconi continua imperterrito nelle sue gaffe mondiali, oggi l'ultima a Frattini ch lascia la fidanzata "Frattini, quando lasci le fidanzate distribuisci qualche numero di telefono!"

Queste le differenti prospettive politiche fra Governo ed Opposizione (negli ultimi giorni, bisogna dargliene atto, un po' rinata).

Mentre tutto questo ci passa, ogni giorno, inesorabilmente sotto gli occhi, le ronde proseguono, così come il diffondersi di strane nostalgie per il ventennio e per Mussolini.
L'altro giorno un articolo comparso su l'Unità denunciava il fatto che Cioè (noto periodico per ragazzine adolescenti), aveva sviluppato un interno articolo sulla nuova moda in voga fra i giovani italiani: il Fascismo. Tatuaggi, inni, magliette. Neanche Benito fosse una RockStar.
Sul sito di Libero, ieri, trovo la notizia che Lele Mora (sembra un personaggio famoso, ma io non seguo molto 'ste cose), avrebbe un busto del Duce che bacia ogni giorno.
Nostalgici? sognatori? revisionisti?
Io a tutte 'ste persone, personalmente, farei fare una bella vacanza (come le chiama il Premier), nei lager nazisti. Dico sul serio. MI SONO ROTTO LE PALLE di tutti 'sti nostalgici.
Se il fascismo ci fosse ancora, metà di 'sti tirapiedileccaculo non avrebbe nemmeno le lacrime per piangere.
Ho appena finito di vedere La Rosa Bianca (la storia di Sophie Scholl), qualche giorno fa ho visto Operazione Valchiria, ed ho ancora negli occhi I Giovani Maestri e Schindler's List. Insomma, che si deve fare per ricordare a certa gente che cosa è stata la Seconda Guerra Mondiale?
Berlusconi, con risa a profusione del popolo bue, diceva che in fin dei conti il Fascismo non era male e chi veniva mandato al confino si faceva solo una bella vacanza. Oppure, delle ultime settimane, quella sui Desaparecidos (proporrei di rendere obbligatorio, nelle scuole, il film Garage Olimpo), che secondo il Premier si godevano il Sole dagll'alto degli aeroplani sopra il mare.
Sapete di cosa mi sono convito? che in verità c'è solo una piccola percentuale di persone che credono davvero in qualche cosa: fascismo o comunismo, socialismo, democrazia o dittatura. Solo una piccola percentuale di persone.
La stragrande maggioranza di noi sono solo degli opportunisti, pronti a saltare sul carro del vincitore o leccare il culo al capetto di turno.
Del film "I Giovani Maesteri" (tratto dall'omonimo libro di Meneghello), mi resterà sempre impressa una delle ultime scene.
Arrivano gli alleati, il Fascismo è sconfitto e le camice nere vengono portate via dalle forze di Liberazione. Il gruppetto di protagonisti si sta godendo una sigaretta, fra le macerie di Padova (la mia città), mentre un fascista viene portato via da due uomini. D'un tratto, da un negozio, esce un commerciante che spara alla nuca del fascista gridando "Bastardi". Uno dei ragazzi protagonisti gli salta addosso, lo disarma e lo getta a terra prendendolo a calci ed urlando "Maledetto, dov'eri durante la guerra?".
Ecco la fotografia dell'Italia, purtroppo: una piccola percentuale che combatte e si dissangua, e la maggioranza pronta a gridare vittoria con ancora addosso la divisa della dittatura appena sconfitta.

Saluti

5 commenti:

the muffin woman pat ha detto...

Berlusconi ha 72 anni.
No dico che è vecchio.
Ma ha 72 anni.
Ecco. Solo questo.
Io non ho mai avuto un nonno.
Sicuramente non ne vorrei uno così.

Mi chiedo se ci porteranno tutti alla follia.

il monticiano ha detto...

Io sono un nonno ma prima sono stato padre.
A mio figlio e alle mie due nipoti ho dato e sto dando un altro esempio molto diverso da quello della massa di pecore che ha votato il berlusca non riuscendo a capire a cosa andavano incontro.
Spero tanto che comincino a capirlo.

pia ha detto...

Io di anni ne ho 50 e ricordo con piacere l'aria di antifascismo che si respirava ai tempi della scuola o parlando con la gente che aveva fatto al Resistenza: pensavo che la testa del serpente fosse stata schiacciata per sempre. E invece...
Che tristezza e che brutta situazione.

Vania e Paolo ha detto...

Passo di qui perchè ho letto il tuo commento da Sussuri Obliqui e volevo dirti che lo condivido
Ciao e a presto.
KISS Vania

progvolution ha detto...

Dici bene l'unica ideologia di massa radicata in questo paese è l'opportunismo.
I pochi (percentualmente) con idee politiche chiare di volta in volta si illudono di trascinarli con se. Si illudono.
Diceva Flaiano: "gli italiani sono sempre pronti a correre in soccorso dei vincitori".
Post ottimo
Sussurri obliqui