lunedì 22 febbraio 2010

Blocco Totale del Traffico 28 Febbraio 2010: Aggiornamenti

Continua il TamTam in rete sulla proposta di Chiamparino (Sindaco di Torino e Presidente dell'ANCI), e della Moratti (Sindaco di Milano), per un blocco totale del traffico nella giornata di Domenica 28 Febbraio, che coinvolga tutto il Nord Italia.
Come già detto, questa iniziativa non ha la velleità di risolvere il problema dell'inquinamento (anche perchè, lo ricordo, i riscaldamenti casalinghi, spesso ancora a gasolio, inquinano forse di più del traffico cittadino), ma di sensibilizzare la cittadinanza in un'azione congiunta che finalmente coinvolta tutto il Nord Italia.
La proposta dovrebbe coinvolgere, quindi, i circa 80 Comuni del Nord, distribuiti nelle Regioni di Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venzia Giulia e Trentino Alto Adige. A oggi le adesioni sicure parlano di Torino e Milano (i promotori), nonchè di Mantova, Parma, la mia Padova e, outsider, Napoli, mentre Verona si è già chiamata fuori.
Gli orari di blocco del traffico saranno concordati anche se variabili, ma comunque compresi nella fascia oraria fra le 9 del mattino e le 17.
La proposta di Chiamparino nasce dallo sforamento, per più di 35 giorni dal 1 Gennaio 2010, dei limiti consentiti per le polveri sottili e gli inquinanti nell'aria delle città di Torino e Milano (ma non solo). D'altro canto le altre città del Nord non se la passano tanto meglio in questi primi due mesi del 2010, in una generale controtendenza rispetto ai decisi (seppur lenti) miglioramenti degli ultimi anni.
Naturalmente a oggi non sono mancate le polemiche, soprattutto da parte della Lega che, voce fuori dal coro che ha trovato d'accordo Sinistra e Destra, denuncia l'assoluta inutilità dell'iniziativa.

Saluti

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Napoli alla fine ha deciso di non aderire: hanno fatto presente, per voce dell'assessore all'ambiente Nasti, che le cosiddette domeniche ecologiche avvengono già in altre domeniche, senza alcuna deroga, anche se l'orario è più breve.

Anonimo ha detto...

cara società pensante, io sono di padova e sarei d'accordo con te per il blocco, serve a poco, ma per meglio il poco che il nulla
ma non è questo quello che volevo mettere in evidenza, come fanno certi sindaci a bloccare i privati per non inquinare e lasciar circolare mezzi pubblici o di società pubbliche, come aps, che in fatto di inquinamento sono una vergogna, se hai la sfortuna d'essere in coda ad uno di questi automezzi, meglio fermarsi, hanno emissioni che nemmeno i mezzi del terzo mondo hanno, allora cari sindaci pulite in casa prima di voler pulire lo zerbino esterno
i sindaci pensano o sorridono solo
paolo

andreacamporese ha detto...

eh gia', come hai ragione caro anonimo concittadino. Forse sarebbe meglio fare un mea culpa generale.
Saluti e grazie per esserepassato