giovedì 25 novembre 2010

L'Italia esplode

L'Italia sta esplodendo.
Gli attacchi individuali a persone ben precise (Fede, ultimo in ordine temporale, e Capezzone prima di lui), e le manifestazioni che da diversi giorni infiammano i maggiori atenei italiani (e non), sono a mio parere il sintomo ben preciso di un forte disagio sociale, cui questo Governo ed il Berlusconi-Pensiero non hanno mai saputo dare ascolto o soluzioni.
Aggiungo anche che, nonostante da sempre mi sia professato contro la violenza fisica, faccio fatica a non giustificare delle prese di posizione forti contro persone e personalità, che dell'offesa diretta hanno fatto il loro biglietto da visita, anche e soprattutto tramite quel meraviglioso megafono che è la televisione (vero Fede?). Insomma, per citare il noto proverbio, chi semina vento raccoglie tempesta, e viste le ultime dichiarazioni dell'irresponsabile Fede (chi manifesta e chi protesta andrebbe menato, secondo il Direttore del TG4, mentre picchiare i manifestanti sarebbe un diritto sacrosanto).
Certo non mi aspetto il morto, come sentenzia Schifani (certi commenti sono solo benzina sul fuoco...), ma un inasprirsi dello scontro questo sì, perchè la misura è ormai colma da troppo tempo, e la gente è stufa di mandare giù rospi mentre alcuni (pochi), fanno sempre la solita bella vita.

Saluti

Nessun commento: