giovedì 13 febbraio 2014

Renzi? Forse no, grazie.

Dopo due mesi esati di silenzio, tante cose sono cambiate nella mia vita. Anzi no, a dire il vero solo una: ho cambiato lavoro!!! Di questi tempi, dove tutto pare grigio e deprimente, mi si è prospettata un'ottima opportunità lavorativa che, dopo alcuni mesi di gestazione, ha preso il via il Primo Gennaio sotto i migliori auspici.
E speriamo che gli auspici del mio lavoro siano davvero migliori per lo meno di quelli del PD. Eh sì, perchè è da due mesi che non parlo con questa Società Pensante, e di acqua sotto i ponti ne è passata. Dal Caso Cancellieri al Caso De Girolamo, dai 5Stelle che hanno iniziato a sparar bordate un po' troppo grosse anche per loro fino al territorio italiano che si ribella per l'incuria e la violenza degli eventi naturali.
Quella che si sta però consumando nel PD in questi giorni era davvero grossa per starsene in silenzio. Dopo mesi di refrain sul "Noi siamo diversi", "Mai al Governo senza il voto popolare", "Mai più larghe intese", "Facciamo la legge elettorale, modifichiamo il titolo V e riformiamo il Senato, e poi tutti al voto", ora Renzi ci stupisce con la peggiore delle pratiche democristiane da Età della Pietra: colpo di spugna, a casa Letta, conquistiamo lo scranno più alto. Ma in nome di chi? e per che cosa? Giusto per dare ragione a Grillo e Berlusconi, rafforzarli e, se possibile, far vincere loro le prossime elezioni, se non altro per lo schifo che l'elettorato di Centro Sinistra ormai prova.
Che strategia è questa? Scusa, Matteo, ma non ci avevi promesso la nuova legge elettorale per fine Gennaio? Scusa, Matteo, ma non eri stato eletto Segretario del PD a larghissima maggioranza per condurci fuori dalla palude? guarda che io, come tantissimi altri, ti abbiamo votato per la disperazione, non perchè sei particolarmente convicente. Anzi, ti dirò di più: io alle Primarie ho votato convintamente Civati, quindi non so nemmeno io perchè mi indigno tanto da questo tuo comportamento.

Sono profondamente deluso, e sto valutando seriamente di non votare più PD.

Saluti

Nessun commento: