venerdì 26 marzo 2010

Feltri e la decisione dell'Ordine Lombardo

Ed ecco la sospensione dall'Ordine dei Giornalisti della Lombardia di Vittorio Feltri, benamato galoppino e "picchiatore giornalistico" del Premier e di quella frangia del PdL, che vorrebbe mantenere lo scontro politico ad un livello costantemente da "Anni di Piombo", con gossip, intercettazioni ambigue, notizie di omosessualità latente o scappatelle dichiarate. Feltri, insomma, è uno di quegli uomini che, a mio giudizio, hanno volutamente confuso, per tornaconto personale, l'informazione ed il giornalismo con l'editoria spazzatura, quest'ultima utilizzata come puro e semplice randello contro gli avversari del Premier (da Boffo a Fini, passando per Di Pietro, Bersani e tanti altri).
Questo, come altri (per esempio il boom di ascolti e contatti per Rai Per Una Notte di Santoro in diretta web, l'altra sera), spero sia finalmente un segnale di ripresa e di reazione degli anticorpi italiani a questa politica da operetta.

Saluti

2 commenti:

luly ha detto...

Lo spero fortemente anch'io.
Ciao Andrea!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Sembra un segnale incoraggiante in effetti.