mercoledì 10 marzo 2010

Regionali 2010 e legittimo impedimento

Come sempre accade, questo Governo usa armi di Distrazione di Massa (questa non è mia, ma della Guzzanti), per farf passare sotto silenzio il lavoro artificioso e pericoloso del Parlamento, volto solamente alla salvezza del Premier piuttosto che al perseguimento del bene comune.
E così anche la Polverini è stata sacrificata sull'altare del Premier, per salvargli le chiappone, e mentre tutti sono concentrati sul caos delle liste elettorali in Lazio per le Regionali 2010, il Governo pone la fiducia sul legittimo impedimento.
Da un lato Berlusconi bolla come "violento sopruso" la decisione del Tar del Lazio, dall'altro usa il Parlamento come fosse l'arena dei leoni e lui il mattatore, che può permettersi di far approvare le leggi più controverse a colpi di maggioranza, fregandosene altamente degli emendamenti democraticamente presentati dall'opposizione.
Bella prova di Democrazia, come sempre.
Non abbassiamo la guardi di fronte a questi comportamenti, e non abbassiamola nemmeno davanti all'evidenza storica, che gli italiani hanno bisogno di un dittatore, anche se da operetta, pur di non dover pensare al da farsi giorno per giorno.

Saluti

1 commento:

Maraptica ha detto...

Tutto sottobanco, tutto sottovoce, basta che non si "veda" troppo, basta che non "faccia troppo rumore". Ma riguarda tutti noi no?! Ogni singolo uomo. Solo che ancora non ce ne rendiamo conto, o forse ad alcuni davvero non interessa, e gli altri, bhè... gli altri si dannano. In eterno.