lunedì 5 luglio 2010

Come volevasi dimostrare

Notizia dell'ultimo minuto: Brancher si è presentato a Milano, davanti ai giudici che indagano su di lui e su sua moglie, e in una dichiarazione spontanea ha presentato le sue irrevocabili dimissioni da Ministro della Repubblica Italiana.
Ora, come volevasi dimostrare, nessuno che veda in questo suo comportamento il minimo che potesse fare. Insomma, è stato fatto Ministro e si è subito avvalso del legittimo impedimento per evitare il processo. Un gioco sporco, ma ancor più sporco perchè proposto e concluso dal Governo Italiano. Ora, messo alle strette, Brancher presenta le sue dimissioni. Come detto, mi pare sia il minimo, e ci starebbe bene anche un bello sberlone.
No, al contrario ora si leva un coro di lecca culo ed opportunisti, per cui le dimissioni del Ministro dimostrano che lui lavora per lo Stato, ed in quanto uomo d'onore non vuol che si getti fango inutile sulle istituzioni.
Ma arriveremo mai al fondo, in Italia?

Saluti

2 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Sì; ma solo quando certa gente uscirà per sempre dalla scena politica e mediatica del Paese. E quando gli italiani si decideranno a non votarla più.

andreacamporese ha detto...

Risposta provocatoria, caro Rockpoeta, al tuo intervento: cioè mai!
Saluti