mercoledì 12 maggio 2010

Europa ed Europeismo

La Gran Bretagna cambia colore politico. Brown è stato battuto ed i conservatori molto probabilmente governeranno con i Liberal-Democratici (Cameron non ha ottenuto la maggioranza assoluta). Con i conservatori al governo, l'euroscetticismo inglese rischia di aumentare, soprattutto alla luce della crisi greca e del "bilico" di altri Paesi dell'Unione.
L'Europa si è resa conto che il patto di stabilità di Maastricht non funziona, o meglio, è pieno di buchi e lacune, e si basa essenzialmente sulla fiducia che ogni Stato faccia il suo lavoro onestamente. Beata ingenuità. Ecco che allora l'Europa, Germania in testa, chiede a gran voce regole più ferree, controlli stringenti sui conti di ogni Stato, revoca dei fondi e dei prestiti in caso di sforamento del debito.
Cosa ne penso? Credo che finalmente si siano svegliati. La speranza che ognuno di noi faccia il suo lavoro onestamente è pia illusione. Purtroppo ci vuole la Finanza che controlli in casa di ciascuno, se vogliamo che questa nostra Europa funzioni. A ben guardare, qui in casa nostra ne abbiamo più di uno di peccatuccio da farci perdonare. Quanti possono dire di non aver mai sentito frasi del tipo "Ah, beh, sono fondi europei", come per dire: soldi gratis, piovuti dal cielo, che bisogna spendere in ogni caso e, se possibile, intascarsi. Purtroppo con il lavoro che faccio le ho viste spesso 'ste porcherie, ed il pensiero che non siamo gli unici a comportarci così mi fa rabbrividire. Quanti provvedimenti disciplinari si è infatti guadagnata l'Italia da parte dell'Europa, soprattutto con il Governo Berluscoleghista?
Verranno allora introdotte regole più stringenti e maggiori controlli? Ben venga, chissà che lo spettro della crisi e della banca rotta ci faccia capire che viviamo tutti sotto lo stesso tetto, e divisioni e frazionamenti non porterebbero null'altro se non ulteriori problemi.
Saluti

Nessun commento: