giovedì 12 agosto 2010

Che sia un segnale?

E' da molto che manco. Quasi un mese che non curo e coccolo il mio blog.
In queste settimane molte cose sono accadute, parlo della vita pubblica italiana, la piu' importante fra tutte l'imminente ed ormai forse inevitabile crisi di Governo, con conseguente voto anticipato.
Mi sono interessato alla cosa in forma, potrei dire, privata. Non ho voluto appesantire la rete con commenti banali e giudizi affrettati vista l'estrema delicatezza del momento, e non ho voluto aggiungere nulla al gia' esuberante balletto di articoli, commenti e dichiarazioni (la maggior parte profondamente scomposte), che si sono susseguiti negli ultimi mesi.
Ora, tuttavia, sento il dovere di intervenire perche' ho notato una cosa, una di quelle piccolezze che passano inosservate ai piu' (forse questa volta nemmeno tanto), e che mi piace portare all'attenzione di chi legge.
L'altro giorno ero in autostrada e mi stavo dirigendo verso l'aeroporto di Orio al Serio, tagliando da Padova tutto il Nord Italia o quasi. Ormai da anni, grosso modo fra i caselli di Montecchio Maggiore e di Montebello Vicentino, avevo notato che in prossimita' del terrapieno della ferrovia, che in quel tratto lambisce la A4, erano stati dipinti due grandi loghi della Lega Nord, tanto giganti da essere chiaramente visti dall'autostrada.
Non so se li avete mai notati, ma se non lo avete fatto fin'ora non ci riuscirete piu', perche' sono stati coperti da due enormi smile gialli, con occhi e sorrisi rossi.
Purtroppo non ho avuto modo di fare una fotografia, sarebbe necessario uscire dall'autostrada e trovare il posto preciso, ma provero' a rimediare quanto prima. Per ora mi chiedo: che sia un segnale? che anche il popolo della Lega si stia stancando degli inciuci che Bossi ed i suoi ufficiali, ormai da almeno quindici anni, producono con Berlusconi e farabutti vari?
Non ho risposte a queste domande e posso solo rinnovare il mio interrogativo: che sia un segnale?
Saluti

Nessun commento: