giovedì 17 febbraio 2011

Rosy Bindi candidato Premier? Perchè no!

Rosy Bindi candidato Premier? E' quanto ventilano, in maniera più o meno esplicita ed ufficiale, sia Nichi Vendola che Romano Prodi. La proposta sembra piuttosto allettante, non tanto per il valore di sinistra della potenziale candidata, ma per almeno due buone ragione: è donna (e per come sono percepite le donne oggi, nel nostro Paese, questo non può che fare bene alla Società), ed è per la laicità dello Stato. Aggiungo, a seguito di letture di "La Lobby di Dio" di Ferruccio Pinotti, cui mi sono già dedicato in un paio di occasioni, Rosy Bindi è avversa aComunione e Liberazione ed alla Compagnia delle Opere. Tant'è vero che alcuni esponenti del PD, soprattutto vicini a Veltroni, scossi dalla proposta di Nichi e Romano propogono a loro volta Mario Monti, come candidato Premier della coalizione, che dovrebbe sconfiggere Berlusconi. Quello stesso Mario Monti, ciellino, eletto a Eurodeputato nelle file del PdL. Spero si tratti di un brutto scherzo, o di un errore del giornalista di Repubblica che ha redatto l'articolo, ma sarebbe davvero curioso proporre un ciellino del PdL quale candidato Premier per sconfiggere Berlusconi.
Questa Società Pensante si schiera con deciso favore ad un'apertura verso la Bindi, per una coalizione di centro sinistra, che finalmente possa ritrovare la strada della politica e delle riforme. Proprio per questo si fa fatica a capire il gelo del PD, in primis di Bersani.
Ad ogni modo, per una volta mi trovo d'accordo con Ferrero, Segretario di Rifondazione: sì alla Bindi ma no a Fini.

Saluti

2 commenti:

nonno - enio ha detto...

è una perdente, con lei candidata non c'è neanche gusto andare alle elezioni! Comunque è sempre meglio del "culattone" Vendola che ho sentito riproposto da Bertinotti - l'unica persona seria di una sinistra senza più guida -

andreacamporese ha detto...

Non capisco chi sarebbe la persona seria: Vendola o Bertinotti? e comunque, caro Nonno, ti esorterei a non utilizzare termini razzisti come "culattone" su questo mio blog. Non si tratta di censura, ma di correttezza ed educazione.
Grazie