venerdì 17 luglio 2009

Nell'afa di Luglio l'Italietta non muore mai

Ultimamente faccio fatica a scrivere, sarà il caldo opprimente di questi giorni, sarà che la politica offre sempre la solita minestra, a volte un po' più acida, che da decenni ci sorbiamo.
Negli ultimi anni si è fatto per esempio un gran parlare del ridimensionamento degli stipendi dei parlamentari e dei loro benefit. A parole, come al solito, tutti d'accordo, ma non appena si prova a toccare qualche cosa scoppia lo scandalo, mentre noi, poveri lavoratori in braghe di tela, arranchiamo a fatica a fine mese.
E così è arrivata la proposta di tagliare i benefit (sconti vari, ma doprattutto viaggi gratis), di circa 1550 ex-parlamentari i quali, nonostante siano passati magari solo per un annetto sugli scranni più alti della nostra Repubblica, percepiscono comunque un vitalizio. "Solidarietà, non discriminazione", sbraitano i vecchietti che hanno partecipato fin dalla sesta o settimana legislatura (oggi siamo alla sedicesima!!!). Tant'è che l'Associazione ex-Parlamentari si è mossa proponendo a Letta consulenze gratuite da parte degli attempati personaggi, per dimostrare che possono essere una risorsa e non un peso.

Come spesso accade mi vergogno di questo nostro Belpaese, dove tutti alzano i toni, fanno fumo per confondere, urlano al Lupo e promettono ai cittadini creduloni, ma quando si tratta di fare qualche cosa in concreto tolgono la mano e sono pronti a dare la vita per mantenere soldi e poltrona.

In parallelo si preannuncia grande scontro fra PD e PdL in aula, martedì prossimo, dove il PD presentarà mozione sulla "morale Berlusconi", cosa che ovviamente il PdL non è intenzionato a discutere. Ed il PD incassa su questo anche il "fuoco amico" di Bersani, che commenta non essere questo il baricentro dell'opposizione. Ribadisco: a me Bersani non piace! perchè fare socnti a Berlusconi, se infanga il nome dell'Italia ed approfitta in modo palese e plateale del suo ruolo?
L'altra mozione proposta è quella sul comportamento tenuto dal Premier nei confronti dei giornali esteri che lo hanno attaccato.
E sul comportamento tenuto nei confronti dei giornali naizonali? perchè nessuno gli chiede di rendere conto anche solo dell'invito fatto al meeting di Confindustria, dove il Premier ha chiesto agli imprenditori di non fare più pubblicità sulle pagine di Repubblica? può un Presidente del Consiglio abbassarsi a tanto, venendo meno al suo ruolo super partes?
Una delle tante vergogne d'Italia.

Saluti

1 commento:

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

L'Italietta sembra essere immortale anche perché é costituita da molti italioti che cmq certe persone le hanno votate senza pistola alla tempia.