lunedì 20 luglio 2009

Borsellino: in Memoria di

Ieri a Palermo si sono svolte le commemorazioni per la strage di Via D'Amelio, dove trovarono la morte il magistrato Borsellino con la sua scorta.
Borsellino, assieme a Falcone, è forse il simbolo italiano della lotta alla criminalità organizzata, ovunque essa si trovi, sotto qualsiasi veste, di qualunque colore politico.
Ieri, a Palermo, l'anniversario è stato disertato dalla popolazione e dalle istituzioni.
Perchè? perchè questo silenzio glaciale, soprattutto dopo le dichiarazioni di Totò Riina che accusa lo stato e servizi segreti deviati per la strage di Via D'Amelio?
Dal Governo alcune parole di lode e ricordo, ipocrite, come solo le dichiarazioni a distanza sanno essere. Soprattutto da parte di esponenti di una Maggioranza, che continua a tenere fra le sue fila collusi con la mafia, rei quasi confessi, imbonitori dediti al malaffare.
Purtroppo, ora più che in passato, bisognerebbe tenere alto il ivello di attenzione. Quando si lanciano appalti pubblici a fondo perduto, quando si preferisce urlare contro personaggi come Saviano, accusandoli di "paranoia verso la Camorra" (questo venne detto non più di un paio di mesi fa, quando Saviano lanciò l'allarme sugli appalti in Abruzzo), quando si promuovono scudi fiscali protettivi per gli evasori ed i mafiosi, quando esponenti di Governo (ma purtroppo non solo), sono giudicati in primo grado colpevoli ma continuano a sedere in Parlamento, quando nel pacchetto sicurezza solo in extremis si reintroducono pene severe per gli imprenditori che non denunciano la mafia... quando tutto questo accade ed una commemorazione come quella di ieri viene abbandonata nel silenzio, allora si deve tenere alta la guardia.

Saluti

4 commenti:

l'incarcerato ha detto...

Scusami se vado fuori post, ma ho bisogno del tuo aiuto per diffondere un importante iniziativa. Appena puoi passa da me. Ti ringrazio!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Cosa dire.....una cosa soltanto: vorrei capire se almeno c'era qualche esponente dell'opposizione. Neanche Napolitano si é degnato di andarci....

Che vergogna

PS passa da me e/o dall'incarcerato se puoi; é un'occasione piccola se vuoi per far sentire la nostra voce per una causa importante.

Tinto91 ha detto...

ormai siamo alla frutta...

dalla popolazione bene o male ce la se poteva aspettare, ma dalle istituzioni... e poi il governo dice che si stanno prendendo misure importanti contro la mafia... cazzate!

Crocco1830 ha detto...

Esatto Andrea. Sono tanti segnali, più o meno evidente, della pericolosa deriva che stiamo subendo.