venerdì 3 luglio 2009

Sicurezza? Ormai Propaganda

Non voglio entrare nel merito del Pacchetto Sicurezza approvato dalla Maggioranza ponendo la fiducia, e quindi con un'azione di forza, data lo scarso interesse della Lega a trovare una mediazione più democratica, ma vorrei solamente fare una riflessione.
Come ho già avuto modo di discutere con interventi passati, quello che vuol dare e ha dato il Governo Berlusconi in casi come questo è una risposta allo stomaco della gente.
Ritengo si debba partire da due assunti, sostanzialmente corretti:
1) La sinistra ed il centro sinistra, purtroppo, non sono mai stati in grado di fornire risposte alle insicurezze della gente, troppo presi da demagogiche prese di posizione;
2) E' ligittimo che la gente normale, i pensionati, le casalinghe, i lavoratori si possano sentire insiscuri, in un contesto sociale disgregato come ormai è diventato il nostro e con forze di Polizia sempre più ridotte all'osso (per colpa di un Governo che ben si guarda dal pubblicizzarlo); in un Paese dove lo Stato Sociale viene costantemente preso a picconate.

Su questi due assunti si basa, a mio parere, la mossa dell'Esecutivo: dimostrare alla gente, che giustamente (popolo bue) ragiona di stomaco, che il centro-destra è più efficace del centro-sinistra nel varare leggi di questo tipo.
Non importa che, alle legittime preoccupazioni dei cittadini, la politica dovrebbe rispondere con cultura, e non frega nulla a nessuno nemmeno delle degenrazioni ed implicazioni che questo Pacchetto Sicurezza potrebbe avere, così come non toccano gli abbondanti e tristi esempi storici di questo stampo.
Quello che resta è che il Governo attuale fa, mentre quello precedente no.
E questo è quello che mi sono sentito rispondere da alcuni colleghi. "Per lo meno Berlusconi e la Lega hanno fatto qualche cosa, giusto o sbagliato che sia. Hanno dato un punto di partenza". Come dare torto a queste parole?

E qui penso si giochi, come ho già avuto modo di ribadire più volte, la partita più dura per il centro sinistra, e cioè recuperare nella fiducia della gente, dando risposte concrete e senza perdersi in demagogia.

Giusto per chiarezza, non sto dicendo che il centro-sinistra avrebbe dovuto varare le ronde prima della Destra, ma avrebbe dovuto dare risposte serie e pratiche (e soprattutto attuarle, perchè su questo punto vorrei vedere la destra fra qualche mese), per esempio, sui rimpatri dei delinquenti e sui clandestini.

Saluti

4 commenti:

Matteo ha detto...

La sinistra perde perché insegue la destra su questi temi.
La sicurezza non si ottiene a manganellate e a forza di ronde, ma con una politica di redistribuzione delle risorse nel paese più iniquo d'Europa.
Quanto al popolo è regredito. Certo, la sinistra ha le sue responsabilità, ma la vittoria della Lega e delle frange razziste del parlamento (che ormai non sono più tanto frange) non sarebbe stata possibile senza la regressione culturale degli ultimi anni, senza l'istupidimento delle masse incapaci di fare il più semplicem ragionamento e di articolare un discorso che non sia la ripetizione di slogan orecchiati da qualche programma televisivo.

luly ha detto...

Che tristezza, caro Andrea.
Saluti anche a te:)

En ha detto...

guarda, non mi trovi pienamente d'accordo. Provo a spiegarmi.
Il centrosinistra ha fatto un arakiri politico spaventoso. E per gli interessi di una certa loggia, e per alcuni suicidi dal punto di vista delle scelte. Tra queste però, non sono convinto che questo provvedimento abbia il risvolto di un "sono piu bravo io". E' stato scritto da leghisti, e si vede, riflette un'idea di sicurezza relativa agli immigrati (oltre questo, sono citati nel decreto i writers, le ronde e lo spray al peperoncino, che problemoni) come pericolo sociale.

Nonostante questo, il DDL legge é stato formentato piu che altro dai giornali, telegiornali e cose del genere. Manovrati e non.

Ci sono stati periodi improponibili dal punto di vista degli allarmismi. Facci caso che, ancor prima che entrasse in vigore questo DDL già la sicurezza avvertita dai cittadini é migliorata.

Siamo il paese delle televisioni, purtroppo. Come pretendi di ragionare su questi presupposti?

Per lo stesso motivo, ti dico, la sinistra non verrà mai giudicata come "incapace" rispetto alla coalizione di centrodestra per questo motivo. Non c'é interesse in questo. Tanto, l'antisinistra ormai é una filosofia che grazie ad anni di pressing berlusconiano si é insinuata ad un livello tale da non dover cercare nemmeno giustificazioni per la condanna senza sé e senza ma di un movimento che ormai rappresenta chiunque dica NO al Premier.

..:: Symbian ::.. ha detto...

La fiducia questa sinistra la deve conquistare, iniziando a fare la politica dal basso, parlando con i cittadini, per i cittadini!
Si sono troppo mischiati con questi pseudo-politici-papponi di destra e sono dentro fino al collo!

ciao