lunedì 1 agosto 2011

Nell'Era Digitale una Cabina Telefonica mi apparve in Sogno

Nell'Era Digitale, dei telefoni cellulari e degli Smartphone, dei palmari e di SkyPe, di Twitter e FaceBook, oggi rientrando dalla pausa pranzo ho visto una persona dentro una delle poche cabine telefoniche rimaste a Padova.
Inizialmente pensavo fosse qualcuno entrato lì dentro solamente per trovare conforto dal Sole, ma poi, avvicinandomi, ho visto quel tizio estrarre il portamonete, svuotare sul palmo i cent e gli euro, cercare con l'indice la moneta più adatta, inserirla nell'apparecchio, sollevare la cornetta e comporre il numero.
Mi ha fatto un certo che, dico sul serio, e mi ha preso un piccolo e forse remoto senso di nostalgia per le nostre care vecchie cabine telefoniche, così indispensabili quando si doveva avvisare a casa per un ritardo o un contrattempo, altrimenti la mamma si preoccupava, ed il cellulare non sapevamo nemmeno cosa fosse.
Eppure il Mondo andava avanti lo stesso.

Saluti

3 commenti:

@enio ha detto...

da noi ce ne sono ancora diverse più che delle vere e proprie cabine sono delle calotte di plexigas con l'apparecchio sotto... spesso non funzionanti perchè cannibalizzati !

the muffin woman pat ha detto...

guarda io è un periodo che darei fuoco al cellulare.
nessuno ha più il senso del rispetto degli orari.
e poi quall frase, maledetta frase "perchè non rispondi maiii"
mavaffanculo magari ero in bagno a ca...re?!?!!??!?!?!

andreacamporese ha detto...

e' proprio vero. Pensa che io lo spengo di sera, ed alcuni si lamentano perchè alle 2 del mattino non mi trovano... beh, forse esagero, sono già un po' di anni che nessuno mi cerca più alle 2 del mattino ;)
Saluti