giovedì 29 gennaio 2009

Il Mondo cambia, l'Italia resta a guardare

Oggi me ne torno a casa, dopo il lavoro.
Non ho allenamento, l'unica sera alla settimana in cui posso godermi il mio monolocale sul Lago Maggiore.
Domani arriva mia moglie, quindi mi rimbocco le maniche e faccio le pulizie, da cima a fondo.
Dopo una giornata di lavoro, ed una mezzoretta di aspirapolvere, detersivo per pavimenti e olio di gomito, mi metto al mio bravo portatile per vedere un po' che succede nel mondo.
Leggo e constato, ahimè con rammarico, che mentre il Mondo cambia e tenta di trovare una via di uscita dalla crisi, non solo economica ma anche mentale, l'Italia resta a guardare, chiusa in settarismi e isterie di massa.

Negli Stati Uniti viene eletto il primo Presidente nero (ricordo, definito "abbronzato" da Berlusconi), che inizia a svolgere il suo ruolo con una serie di bordate in netto taglio con la passata amministrazione. Non solo blocco dei processi a Guantanamo e promessa di chiusura della prigione entro l'anno, non solo spinte economiche per limitare le emissioni di gas serra (su pressante richiesta della California), non solo uno stanziamento di quasi 900 miliardi di dollari (qui l'articolo), che non ha pari nella storia americana per entità della somma e rapidità di approvazione ma, non pago, firma proprio oggi la "Legge Lilly" per l'equità dei salari fra uomini e donne.
Sfoglio (si fa per dire, visto che sono in rete), ancora i giornali e trovo questa notizia: l'Islanda, per uscire dalla crisi, decide di credere nel cambiamento, uno di quelli epocali, e designa per l'incarico di Premier Johanna Sigurdardottir quale prossimo premier. "... Strapperà due primati in uno", si legge, "la prima donna a capo dell'esecutivo in Islanda, la prima donna lesbica premier al mondo ...". Credo sia inappropriato definirli "primati" perchè mi pare si tratti semplicemente di una fatto normale e naturale: se una persona è in gamba e meritevole, allora è giusto che ricopra un determinato ruolo, indipendentemente dalle sue propensioni sessuali, dal colore della sua pelle, ecc, ecc, ecc.
Un'altra notizia, forse meno fiabesca ma certamente positiva perchè dimostra che c'è ancora un popolo disposto a lottare: quello francese. Sciopero generale, oltre duecento manifestazioni per protestare contro le politiche sociali di Sarkozy.

Passo quindi in Italia, per vedere che succede da noi.
Ancora uno scandalo per le affermazioni del prete Lefebvriano Don Abrahamowicz che sostiene "... Io so che le camere a gas - ha detto il sacerdote - sono esistite almeno per disinfettare, ma non so dirle se abbiano fatto morti oppure no, perché non ho approfondito la questione. So che, accanto a una versione ufficiale, esiste un'altra versione basata sulle osservazioni dei primi tecnici alleati che sono entrati nei campi ...", in un articolo comparso sulla Tribuna di Treviso. Il prete in questione è vicino alla Lega Nord, e partecipa spesso agli incontri del gruppo Padania Cristiana di Borghezio.
Giro pagina, perchè 'sta notizia proprio non la digerisco.
Trovo di nuovo Cesare Battisti ed il battibecco Italo-Brasiliano. Qual'è la vera novità della faccenda? La Russa e Meloni (due ministri del Governo italiano, profumatamente pagati da noi), non trovano altra soluzione all'empasse diplomatica che auspicare che la partita di calcio Italia-Brasile venga annullata. Non che me ne freghi un cazzo del calcio, ma cosa c'entra la partita con una questione politica? proporrei a La Russa di espellere tutti i giocatori brasiliani che rendono miliardario il calcio italiano... che ne dice Ministro? potrebbe essere una soluzione, coerente con il suo malsano ed insensato auspicio.
Nemmeno questa notizia mi appassiona.
Che altro? ah, ecco, trovo l'ennesimo articolo sui cavilli del Lodo Alfano... nuove strette sui PM... taglio dei budget alle Procure... nuove difficoltà sulle intercettazioni... in particolare nuovi otto freschissimi emendamenti del Governo (non capisco, prima si fanno la Legge e poi se la tagliano da soli?!?), per escludere dai reati intercettabili cose come Insider Trading, Aggiotaggio e Manipolazione del Mercato: e con questo abbiamo praticamente escluso ogni reato finanziario, ottimo!!!
Vi prego, andate a vedere su Wikipedia, nel caso come non lo sapeste, cosa sono questo reati e cosa potrebbe comportare l'impossibilità di intercetarre i sospettati di tali reati.
Unica nota positiva, bisogna dirlo, l'approvazione della nuova legge contro lo stalkin', con inasprimento della pena per i molestatori.
Beh, questa è l'Italia.
Come detto, mentre il Mondo cambia, noi stiamo a guardare.
O no?!?

Saluti

5 commenti:

confinidiversi ha detto...

mmmh.
No, noi andiamo proprio in retromarcia, in controtendenza, controvento.
Controsenso, insomma.

Blogger ha detto...

Noi scaviamo, è diverso.
Ciao, un saluto.
Buon lago.

Blogger

il monticiano ha detto...

Se vuoi notizie positive cercale fuori da quelle italiane. Ad esempio i primi provvedimenti di Obama, la premier in Islanda (perchè il fatto che sia donna e che la pensa diversamente in fatto di sesso siano da considerare dei primati? boh!), gli scioperi in Francia.
Quelle "nostre" (o loro, meglio)sono da cestinare.
Che ti aspetti da gente come borghezio, la russa e compagnia bella?
In effetti però un pensierino sui giocatori brasiliani ce l'avrei. Il berlusca potrebbe dire al suo amico lula recentemente venuto in Italia: dammi battisti e io ti dò i brasileros del milan che ti ho presentato quando sei venuto qui.

l'incarcerato ha detto...

Vero, il Mondo cambia. Obama in un giorno ha detto cose che il PD ci impiegherà centinaia di anni per dirle. In Francia c'è un grande movimento! E noi? Noi siamo così cretini, menefreghisti, che meritiamo tutti quanti di affossare...

ps pure te pulisci all'ultimo momento? Noi uomini siamo proprio tutti uguali. ;)

andreacamporese ha detto...

Eh già, anche io pulisco all'ultimo :) e solo per non sentirmi dire "che sporco qui dentro!!!" :)
Saluti a noi uomini di sinistra che con il cuore e lo spirito cerchiamo di resistere ogni giorno... magari non in fatto di pulizie casalinghe :)
Saluti