giovedì 23 aprile 2009

Berlusconi: il Grande Comunicatore

Oggi ho aperto i giornali e la notizia è, in sintesi, questa: G8 non più alla Maddalena ma a l'Aquila.
Per qualche istante sono rimasto di stucco, cercando di focalizzare qualche cosa che mi disturbava. Alla fine ho messo a fuoco la cosa.
Come ricorderete, qualche giorno fa Berlusconi ha deciso di venire incontro alle richieste della Lega e di non accorpare il Referendum popolare con le elezioni europee e le amministrative (qui il mio intervento sul tema). In molti, me compreso, in quell'occasione si erano interrogati sui pro e sui contro della cosa. Da un lato, un sospiro di sollievo perchè con l'accorpamento Berlusconi avrebbe corso il serio rischio di sfondare il fatidico 51% necessario per accedere al Quirinale, dall'altro lo sdegno per la buona occasione persa di risparmiare più di 400 milioni di euro, buoni per la ricostruzione in Abruzzo.
Ma, si sa, Berlusconi è un pianificatore e non si è mai visto che abbia fatto qualche cosa per puro spirito altruistico. Quindi la domanda, la settimana scorsa, era: a che pro venire incontro alla Lega perdendo la possibilità di ottenere il 51% dei consensi? "La Lega avrebbe fatto cadere il Governo", così è stata motivata la scelta.
Eppure qualche cosa mi tormentava e mi sono riscoperto più preoccupato per il non-accorpamento che per il rischio 51%. Perchè? ancora non lo sapevo.
Oggi lo ho scoperto.
Berlusconi, da stratega ed imprenditore, aveva già previsto tutto, con una settimana di anticipo. Aveva la possibilità di salvare capra e cavoli, con la Lega soddisfatta e le vittime del terremoto sicuri elettori nonostante i 400 milioni di euro buttati via. Come? spostando il G8 a l'Aquila, ecco come. Un decreto legge da 8,5 miliardi di euro è già stato approvato dall'entusiastico Consiglio dei Ministri. Perchè accontentarsi di 400 milioni quando se ne possono spendere 20 volte tanti? i lavori in Sardegna già iniziati? semplicemente abbandonati.
A questo punto mi trovo quasi ad ammirare l'abilità con cui quest'uomo ci prende per il naso ogni volta, la semplicità con cui ci fotte. Chi mai avrebbe avuto il coraggio di sfruttare una tragedia come quella dell'Abruzzo per meri fini mediatici e di potere? chi mai avrebbe potuto pensare di spendere un mare di soldi per dare un futuro a migliaia di persone e ricavarne, al contempo, un tornaconto fenomenale?
Solamente lui.
E lo ha appena fatto.
Il PD? d'accordo, purchè i lavori per il G8 non interferiscano con i lavori di ricostruzione.
Ma cosa vuol dire, Franceschini? me lo spieghi, la prego, perchè l'unico senso che trovo in tutto questo è che Berlusconi ha vinto. Ha vinto e continua a vincere su tutta la linea, perchè non mischia l'etica con gli affari ed il potere.

In parallelo, quasi in sordina, il Premier propone i volti nuovi dell'Italia da portare alle europee: letteronze, troniste e veline. Attricette da avanspettacolo de "Incantensimo" o partecipanti al Grande Fratello. Tutte queste "signorine", circa una trentina, saranno selezionate ad un corso di formazione politica della durata di tre giorni in vista delle prossime europee.
Consiglio di leggere questo bell'articolo di Lidia Ravera, anche se secondo me la sua analisi è corretta ma sbaglia in un punto: Lidia denuncia l'infamia di considerare la donna come oggetto da esibire. Giustissimo! ma secondo me il sottile messaggio che Berlusconi manda è qualche cosa di più: belli e ricchi ce la si può fare. Il cervello? un optional di cui non si deve sentire la mancanza.
Saluti

2 commenti:

pia ha detto...

Porca puttana!

l'incarcerato ha detto...

"Chi mai avrebbe avuto il coraggio di sfruttare una tragedia come quella dell'Abruzzo per meri fini mediatici e di potere?"

So che non sarai d'accordo con me, ma anche il Pd ha sfruttato la tragedia per voler accorpare il referendum con le europee. Purtroppo entrambi i poli attuano un continuo sciacallaggio politico.

Un abbraccio !