domenica 5 aprile 2009

'ndrangheta e criminalità organizzata

Mentre Berlusconi si fa ridere dietro dal mondo, mentre un popolo unito e coeso dietro ai simboli della CGIL attraversa Roma in maniera del tutto pacifica ma profondamente incazzata, mentre Brunetta non trova nulla di meglio da fare che definire tutto ciò una "scampagnata", mentre in Italia nasce la Guardia Nazionale, con la scusa di essere Onlus, movimento neo fascista e vivissimo, mentre tutto questo accade sotto i nostri occhi, vorrei segnalarvi l'ultimo intervento de l'Incarcerato, in merito alla 'Ndrangheta ed a Giuseppe Masciari, un imprenditore che dodici anni fa decise di denunciare un mal costune diffuso e che divenne, per questo, uno dei testimoni più importanti nei processo anti mafia. Da dodici anni, solo per aver fatto il suo dovere, vive nascosto con la moglie ed i due figli, vittime di uno Stato inesistente.
Un abbraccio a l'Incarcerato ed un incitamento a tutti a diffondere questa cosa e cercare di fare un pezzettino di più, nel nostro piccolo e non solo da dietro anonime tastiere (ma sarebbe già qualche cosa).
Saluti

4 commenti:

Alessandro ha detto...

stato assente che dimentica i veri eroi..

l'incarcerato ha detto...

Grazie Andrea, grazie davvero! Vorrei fare di più, dovremmo farlo. In effetti solo parlarne non basta più...

progvolution ha detto...

fa male vedere che gli onesti sono costretti, loro malgrado, a diventare eroi
Sussurri obliqui

Marco Iannello ha detto...

No comment