martedì 28 aprile 2009

Fra suini, mucche e polli

Mentre il Papa arriva in Abruzzo ed arringa le folle terremotate con "la fede dimostrata anche durante le avversità", che viene da chiedersi se Dio sia un sadico, che prima ti tira giù la casa e poi sta lì ad ascoltare le tue preghiere, nel mondo ed in Italia dilaga la psicosi suina. 
Dopo la mucca pazza ed i polli con il raffreddore ora arrivano i maiali febbricitanti.
A mio parere i veri polli siamo noi, che ora come allora ci faremo prendere da paranoie da fine del mondo, opportunamente diffuse ed alimentate dai media, e probabilmente smetteremo di mangiare braciole. 
Ovviamente nessuno sa o chiede come sia andata a finire la storia della Mucca Pazza o del Pollo Raffreddato perchè, come in uso nella società del gossip, dopo quindici giorni e qualche morto, si è smesso di parlarne. Resta quindi inteso che saremo bombardati di porcelli per una paio di settimane, verrà fatta strage dei corpulenti animali per bloccare il diffondersi dell'epidemia, ci verrà consigliato di non mangiare prosciutto crudo (così come anche la fiorentina fece una brutta, anche se immotivata, fine), finchè Madre Televisione non deciderà che la notizia avrà perso il suo potere incantatorio, ed allora si smetterà di parlarne.
Nel frattempo fior fiore di specialisti e zootecnici verranno ingrassati di soldi pubblici per presenziare a Porta a Porta, e fior fiore di politici si dimostreranno uomini d'azione proponendo di sparare ai barconi carichi di suini clandestini in arrivo sulle coste siciliane.
Prepariamoci alla battaglia.
Saluti

2 commenti:

pia ha detto...

Sì, proprio così.
Non solo Dio è sadico, gli uomini sono a sua immagine e somiglianza.

la signora in rosso ha detto...

ti sei dimenticato delle case farmaceutiche, che in queste occasioni vendono prodotti a iosa ? E i giornali, che pubblicano allarmanti contagi...per smentire tutto il giorno dopo? Mucca, pollo e porcello mi sembra stare nella vecchia fattoria ia, ia, oh.