giovedì 16 aprile 2009

La Lega chiama e la Destra di mette a novanta

Così, una delle poche cose buone che avrebbe potuto fare Berlusconi in questa legislatura, è andata in fumo. Il Referendum non si svolgerà lo stesso giorno delle elezioni amministrative (che non coinvolgeranno tutte le città italiane) e delle europee.
Si sarebbero potuti risparmiare un bel po' di quattrini (come detto in uno dei miei ultimi interventi, alcune centinaia di milioni di euro), ma si è invece preferito scegliere il ricatto del popolo padano, che per preservare la sua purezza (leggi presenza in parlamento e stipendi stellari ai deputati, quindi privilegi gentilmente concessi da Roma Ladrona), ha deciso di far saltare il referendum per paura che si raggiungesse il quorum. Gli italiani capiranno questa cosa? saranno d'accordo con il Premier riguardo alle concessioni alla Lega o penseranno invece che, forse forse, questa volta si poteva fare di più e meglio (soprattutto vista la situazione d'emergenza)?
E poi mi chiedo: in televisione e sui giornali grondano le richieste di donazioni per l'emergenza terremoto; ma se il governo italiano è il primo a non voler (e dico volere) risparmiare milioni di euro (nostri, fra le altre cose, nel caso qualcuno se lo scordasse) in un modo estremamente facile ed efficace, perché noi comuni cittadini (che già ci dobbiamo pagare almeno due fine settimana alle urne) dovremmo essere più solidali? in nome di quale sentimento o legame popolare?
Bell'esempio Silvio, ancora una volta hai perso una buona occasione per fare bella figura.
Saluti

3 commenti:

pia ha detto...

E io pago, e io pago...

Prefe ha detto...

bella la nuova grafica campo!

Comunque io trovo quasi sbagliato il meccanismo delle donazioni. Persino della beneficienza.

Nel senso che non è giusto che passi il concetto che sta all'uomo comune , che magari ha già i suoi cazzi coi soldi, pensare a quello senza cibo in africa o al terremotato. Certo è un gesto nobile, ma ci sono i governi, le leggi, i diritti universali. Servono a questo.
Troppo facile far danni e poi dire regalate i vostri soldi. Vaffanculo (e scusa il francesismo) , mi laureo, prendo 900 euri al mese e li devo pure donare perchè chi ha i soldi davvero non li molla?

andreacamporese ha detto...

Sì, beh, Prefe, sono fondamentalmente d'accordo... anche perchè, e qui non vorrei fare polemica ma mi tocca, il più delle volte a richiedere beneficenza e carità è la Chiesa che, quanto a soldi e benefici finanziari, sta messa fin troppo bene.
Saluti