domenica 24 aprile 2011

Buon 25 Aprile, nostra Festa di Liberazione

Anche quest'anno, come sempre, arriva il 25 Aprile, la nostra Festa di Liberazione dal nazifascismo.
Nonostante quest'anno si rischi un po' la sordina, vista la sovrapposizione con la Pasqua, vorrei spendessimo un momento un po' piu' lungo del solito per ricordare quanti, in quel lontano periodo fra il 1943 ed il 1945, sacrificarono vita ed affetti per liberare l'Italia dai fascisti di Mussolini e dai nazisti di Hitler. Credo che questo ricordo non sia retorico, ne' propagandistico, ma semplicemente dovuto a quanti si sono spesi per consentirci, oggi, di vivere in una democrazia.
Stabilito che, di certo ma solo perche' siamo umani e quindi tutti diversi, anche fra i partigiani ci furono le mele marce, quel che rattrista e sconcerta e' il tentativo di alcuni (non ancora molti, ma ci siamo quasi...), di raccontare quel periodo in maniera diversa, di evidenziare come, in fin dei conti, i morti debbano essere considerati tutti uguali, di riscrivere la storia che fu.
Ebbene, a costoro vorrei dire chiaramente che i morti non sono tutti uguali, che alcuni scelsero di combattere dalla parte sbagliata, che il sentimento che la Resistenza fece riscoprire ai nostri nonni ci servirebbe anche oggi, periodo oscuro della nostra Repubblica.
Un buon 25 Aprile a tutti, quindi, con un pensiero in particolare ai miei nonni, entrambi coinvolti, anche se su fronti diversi, nella Seconda Guerra. Il primo, Gastone Strukul, padre di mia madre, disertore dopo l'8 Settembre e datosi alla macchia con i partigiani, il secondo, Vittorio Camporese, che dopo averne viste d tutti i colori nelle campagne di Russia e d'Africa, scelse di non esporsi, anche per proteggere la sua famiglia.

Saluti

4 commenti:

luly ha detto...

Viva la libertà, Andrea!

calendula ha detto...

ciao nell'elenco dei blog che seguo cè un blog che si chiama mezza mela, ha scritto un post sui fondi per l'alluvione in veneto.... vorrebbe conferme a delle notizie che le sono giunte circa il dirottamento del 70% dei fondi raccolti proalluvione a fondi per opere pubbliche.. hai qualche notizia?

andreacamporese ha detto...

Grazie della segnalazione Calendula, ora vado a dare un'occhiata...
Saluti

nonno - enio ha detto...

se non si isolano i fascisti che oggi popolano l'Italia ho paura che fra un pò il 25 Aprile non verrà più festeggiato