sabato 2 aprile 2011

Un Pipistrello per Amico

Finalmente quest'anno, vinta la pigrizia, abbiamo aquistato la nostra prima Bat Box, ovverosia una piccola scatoletta di legno (misura solamente circa 50x50x5 cm), che, appesa ad un albero o sul muro della casa, consentirà a qualche piccolo pipistrelllo di trovarvi rifugio. Daremo quindi "asilo" ad un (o più) topolino volante, che con la sua insaziabile fame farà (alemo speriamo) razzia di zanzare. Certo, questo è solo un motivo aggiuntivo, diciamo che il primo dovrebbe essere il fatto che, come una volta, sarebbe bello rivedere questi piccoli animaletti svolazzare all'imbrunire sopra il giardino.
A tal proposito segnalo il progetto "Un pipistrello per Amico", lanciato nel 2009 dal Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze e di cui qui potete trovare il manifesto di presentazione. Al progetto hanno aderito quasi immediatamente sia Legambiente che la COOP che, proprio l'anno scorso in questo periodo, nel giro di un paio di mesi ha visto "sfumare" le scorte di bat box dagli scaffali di tutta Italia: circa 12.000 pezzi fra Aprile e Maggio.
Per chi fosse interessato alla cosa, ricordo che è sufficente fare una ricerca su Google per trovare rivenditori di bat box online e non, e che comunque la Coop normalmente le tiene, così come i negozi di articoli da giardinaggio più grossi e forniti. Il periodo migliore per l'installazione in posizione elevata e protetta dalla luce diretta artificiale è proprio questo, perchè i pipistrelli si risvegliano dal letargo e sono alla ricerca di nuove dimore.
Vi terrò aggiornati sui risultati.

Saluti

2 commenti:

luly ha detto...

Ne avevo sentito parlare e mi sembra proprio un'ottima idea;)
Buona serata, Andrea.

Berica ha detto...

Grazie per la "dritta".
Proprio ieri sera ne ho visto uno volteggiare leggiadramente davanti la mia finestra... che stia cercando casa?