lunedì 25 maggio 2009

L'aberrante ovvietà della Dittatura

Berlusconi dichiara che il Parlamento, così com'è, è troppo numeroso, addirittura pletorico.
Tutti allora ad invocare a gran voce il nome del Grande Semplificatore, che vorrebbe proporre un Ddl popolare, per trovare nella voce degli italiani quel consenso che cerca disperatamente, quell'investitura di cui, paranoicamente, di tanto in tanto necessita per soddisfare il suo Ego.
Berlusconi, in questo suo delirio di onnipotenza, sa però anche che il Parlamento non può essere riformato con due chiacchiere ed un paio di proclami, non ancora per lo meno, ed ecco il vero motivo del Ddl a "gradimento" popolare: per modificare il Parlamento, e quindi il nostro sistema Costituzionale, occorre il 75% del Parlamento oppure il consenso popolare, come ho già scritto in diversi interventi.
Tuttavia, i compari del Premier non sono altrettanto informati sulle regole del gioco, per il semplice fatto che, ormai, si è arrivati ad un punto tale di pazzia per cui ognuno pensa di poter dire e fare quel che gli gira, sicuro del fatto che nessuno lo denuncerà o criticherà. Sicuro del fatto che gli italiani si berranno ogni coglionata e se ne dimenticheranno nel giro di ventiquattr'ore.
Ecco allora il Senatùr dichiarare candidamente "... il Governo fa le leggi, non può ricorrere all'iniziativa popolare", e proseguire, "non capisco bene quello che dice Berlusconi: lui è al potere, al Governo, faccia quindi le leggi".
Il perfetto senso della Dittatura, nella sua ovvietà: il Premier decide, scrive ed approva le leggi. Nessuno scandalo, nessun problema. 
Ormai la deriva è inquietante, e nessuno pare accorgersene.
Restiamo uniti.
Saluti

1 commento:

cipiri ha detto...

hahahahahah troppo da ridere , e' padrone dell'italia e' piedofilo , come un anziano bavoso ke non gli funziona piu' , finalmente e' caduto su se stesso senza spina dorsale , bene era ora , vediamo se le votazioni lo bastonano , ma l'impero ke ha realizzato sara' sicuramente sostenuto dal popolo ke ci lavora dentro xcui non mi aspetto sorprese , solo altre risate ahahahahaha