giovedì 15 ottobre 2009

Quanto è stretto il Ponte

Volete ridere? io ne so un paio di davvero divertenti.
Alla Camera viene affossata la proposta sull'aggravante omofobica in caso di aggressione anche perchè alcuni PD votano a con la Maggioranza. Alcuni come la Binetti (vedi mio intervento di ieri), che oggi tutta offesa afferma "Sono discriminata. La mia è una battaglia per i diritti umani". Da morire, non vi pare? io sono ancora qui che mi tengo lo stomaco. Cioè la Binetti lotta per i diritti umani.
Ma aspettate, non è finita. Ricordate qualche giorno fa? la Carfagna proponeva "via il burqa dalle scuole", perchè il burqa è un simbolo di sottomissione della donna, ed i diritti delle donne vanno difesi. Ma il tuo Presidente lo ascolti ogni tanto? ragazzi, da non reggersi in piedi dalle risate.
Poi oggi arriva il Ministro Altero Matteoli, quello alle Infrastrutture, che insiste e persiste con l'idea del Ponte sullo Stretto di Messina. Ma dico io, dopo i disastri in Sicilia, con le case in Abruzzo da ricostruire e di cui nessuno parla più (non c'è più alcun salotto da organizzare da Vespa), con la gente che perde il lavoro e che non arriva a fine mese, con questi e mille altri problemi che incombono sul Paese, il Governo non trova nulla di meglio da fare che proseguire con 'sta cavolata delle Grandi Opere? tanto lo sanno tutti che gli appalti li prenderanno sempre i soliti noti che, in più, avranno a disposizione un po' di liquidi in più grazie allo Scudo Fiscale.
Per fortuna che c'è Fini a riportare un po' di serietà nel Governo: le carriere magari si possono anche dividere, ma guai ad attaccare l'indipendenza della Magistratura.

Saluti

1 commento:

En ha detto...

su quel che dici delle grande opere, il mio pensiero torna alle grandi opere fasciste... la bonifica delle aree paludose, quei casermoni alzati qua e là di sterile e imponente architettura.

I punti di contatto tra Berlusconi e Benito, per verità storica, sono tantissimi. Tutti sappiamo poi il primo come é finito...