domenica 7 giugno 2009

Elezioni Europee 2009 - 1

Il fine settimana di elezioni in Italia ed Europa (in realtà si vota dal 4 al 7 Giugno), per il rinnovo del Parlamento di Strasburgo, si sta chiudendo in un silenzio di attesa per i risultati.
Complice le belle giornate, pare che l'affluenza sia in calo un po' d'appertutto rispetto al 2004, anche se le sorprese non sono mancano, stando ai primi exit poll.

Italia: le urne chiuderanno alle 22. Attualmente ha votato il 30,7% degli aventi diritto (circa 50 milioni e mezzo di elettori), quasi tre punti percentuali in meno rispetto al 2004, quando nel complesso votò il 72,88 degli aventi diritto.
Germania: i primi exit poll indicano che la coalizione di governo (la Union della Merkel) dovrebbe registrare un duro colpo dalle votazioni europee (attorno al 38%, quasi cinque punti percentuali in meno rispetto al 2004), anche se, nonostante questo, ne dovrebbe uscire comunque vincitrice. La SPD si attesterebbe attorno al 21,2% (poco meno del 2004), la Linke (la sinistra di Lafontaine) attorno al 7,5%, mentre la FDP (i liberali), avrebbero ottenuto un successo storico sfondando la soglia del 10%.
Grecia: il partito socialista di opposizione Pasok dovrebbe aver ottenuto un risultato compreso fra il 37% ed il 39%, sorpassando la coalizione conservatrice di governo (Nuova Democrazia), ferma ad un 30%-33%.
Austria: alla chiusura dei seggi alle 17, euroscettici ed estrema destra sembrano aver ottenuto un importante risultato (stando ai primi exit poll): i primi avrebbero ottenuto un 18% mentre la destra un 13% (oltre sei punti in più rispetto al 2004). La coalizione di governo sarebbe ferma ad uno scarso 30% mentre i socialdemocratici (SPOE) sarebbero fermi al 23%-24%.
Malta: il partito laburista di opposizione avrebbe ottenuto una vittoria schiacciante attestandosi su di un 57%, mentre il partito nazionalista di governo si sarebbe fermato al 40%. Si registra anche un'avanzata dell'estrma destra.

Nessun commento: