lunedì 29 giugno 2009

Esempi di Civiltà

Questa sera sono arrivati degli amici di mia moglie, polacchi, di passaggio per Padova in direzione Corsica per le ferie.
Si fermeranno da noi una notte, questa, ed abbiamo trascorso la serata in giradino a chiacchierare in inglese un po' di tutto. D'un tratto, il ragazzo, ha raccontato di aver letto degli scandali legati a Berlusconi e delle foto di Villa Certosa (conosceva perfino il nome, e non si tratta di persone particolarmente attive in politica).
Devo essere sincero: mi sono vergognato, per l'ennesima conferma di che razza di figura facciamo all'estero con un Primo Ministro come il Cavaliere.
Un po' arrabbiato, un po' sconsolato, sono entrato in Internet e ho trovato una notizia che, tuttavia, mi fa ancora sperare nel genere umano in generale, ed in quello italiano in particolare.

Si tratta di un episodio abbastanza triste, in effetti, avvenuto a Napoli il 23 Giugno, e che ha visto coinvolto un ragazzo omosessuale ed una sua amica di 26 anni, Maria Luisa Mazzarella.
Il giovane è stato oggetto di scherno e violenza da parte di un gruppo di persone e, nel tentare di difenderlo, la ragazza ha subito il linciaggio al posto suo, finendo in ospedale con lesioni multiple e rischiando di perdere un occhio.
Il Presidente Napolitano ha proposto, attraverso il sito Gay.it, una medaglia al valor civile per la ragazza, appoggiato in questo da numerose altre associazioni.

Devo dire che, come sempre accade in questi casi, sono schifato di quanto in basso possa arrivare il genere umano, ma sono pur tuttavia contento che ci siano ancora persone disposte a lottare e mettersi in gioco in prima persona, per difendere un minimo di etica e giustizia: grazie Maria Luisa.
Ritengo sinceramente che alcuni politici dovrebbero imparare da gesti di questo tipo, che rendono merito a quel senso sociale, che per fortuna taluni ancora difendono e diffondono, e che non è decisamente patrimonio del Governo attuale.

Saluti

2 commenti:

Un matto ha detto...

So benissimo che una cosa non esclude l'altra, ma perchè i tuoi amici polacchi non hanno parlato anche di Andrzej Lepper o del Rywingate...forse perchè il tamburo dei media risuona meno forte in alcune parti d'europa e le persone facili dimenticano in fretta...sono incazzato pure io.
Nell'epilogo la drammaticità della notizia di Napoli mi da coraggio.
Un abbraccio

andreacamporese ha detto...

Non consoco nemmeno io gli eventi che citi, ma mi informerò... per par condicio ;)

Saluti