mercoledì 3 giugno 2009

Stato Laico?

Oggi un breve intervento in merito a quanto accaduto a mia moglie.
Lei, polacca di origine e cittadinanza, vive in Italia dai primi di Settembre del 2007, quando abbiamo iniziato a convivere.
Ci ha messo quasi due anni per ottenere prima la residenza in provincia di Verbania (dove vivevamo) e poi il cambio a Padova (dove ci siamo trasferiti da Gennaio 2009). Tutto questo nonostante sia lavoratrice (e quindi contribuisca al PIL di questo Paese) e sia sposata con un italiano.
Finalmente la burocrazia italiana ha deciso di concederle la residenza patavina, se non che lunedì si è recata all'ufficio anagrafico di quartiere per fare la Carta di Identità. Detto fatto, la dipendente comunale le ha consegnato il nuovo documento con, in aggiunta, il Nuovo Testamento in quattro lingue.
Il Nuovo Testamento in quattro lingue?!? non la Costituzione italiana (ricordate? la Lega e AN urlavano che gli stranieri devono riconoscersi nei valori italiani della Costituzione e della Legge), non un libro di storia italiana (ricordate? AN e Lega urlavano che gli stranieri dovrebbero sostenere un esame di storia italiana per dimostrare quanto ne sanno), ma un testo religioso!!! e se mia moglie, invece che credente praticante, fosse stata musulmana? o atea?
Mi piacerebbe indagare se questa iniziativa del Nuovo Testamento sia una cosa dettata dal Comune di Padova (per altro di Centro Sinistra), o semplicemente la presunzione della dipendente comunale che, cristiana estremista, pensi in questo modo di diffondere la lieta novella al di sopra delle Istituzioni.

Saluti

2 commenti:

..:: Symbian ::.. ha detto...

NOOOO...nn ci posso credere!!!

Anonimo ha detto...

Non ci VOGLIO credere! Se è vero contatta subito l'UAAR, che è l'unica associazione che combatte veramente per la laicità dello stato italiano. Una cosa del genere oltre che incostituzionale è estremamente discriminante e viola ogni carta dei diritti dell'uomo mai scritta! Saluti e solidarietà. Danilo Amendola - AielloCalabro.Net