lunedì 22 giugno 2009

Il Quorum mancato

E così, anche in questa consultazione referendaria datata 2009, il Quorum non è stato raggiunto, complici i fautori del non-voto, dell'astensione.
Comportamento deprecabile e vergognoso, perchè sottintende un interesse subdolo, un fine secondo, di chi pubblicizza l'astensione e si propone due cose:
1) Risparmiarsi la fatica di spiegare perchè votare Sì o No, spesso e volentieri per mancanza di motivazioni oggettive (se non un interesse personale di partito, che però deve essere sempre e comunque celato);
2) Scaricare il cittadino della responsabilità di dover decidere ("non ci pensate, ci pensiamo noi", questo il messaggio che passa);

Ed invece sarebbe, come sempre, stato tanto importante andare a votare per esprimere senso civico e desiderio di partecipazione, anche perchè il Referendum, con i suoi primi due quesiti, tentava di smantellare proprio il sistema che ha prodotto ciò che si è verificato: il ricatto di una minoranza (la Lega) ad una maggioranza (PdL), con la minaccia di far cadere il Governo se il Referendum fosse stato accorpato con amministrative ed europee.
Ricordiamoci di queste cose, per favore, mentre leggiamo sui giornali "Quorum non raggiunto, la Lega esulta". C'è poco da esultare, si è trattato di un ricatto.

Il secondo motivo per cui sarebbe stato importante andare a votare, magari anche con il NO, è che ora ci verranno a dire: vedete? il Quorum non è stato raggiunto quindi dobbiamo smetterla di fare Referndum che sono soldi buttati via.
Sbagliato! Innanzitutto perchè il referendum è ancora una delle ultime armi che i cittadini hanno per dire la loro. Secondo, perchè il Quorum non è stato raggiunto per colpa dei soliti Capi di Partito hanno chiaramente indicato il NON-VOTO. Quindi non gli italiani che se ne sono fregati, ma i loro rappresentanti che hanno chiesto loro di non andare a votare.

Queste due cose vanno tenute bene a mente, perchè sono un esempio di come non ci si dovrebbe comportare in una democrazia sana.
Evidentemente l'Italia non è più una democrazia sana da molti anni.

Saluti

1 commento:

Alessandro ha detto...

sono d'accordo con te.. si può non essere d'accordo con il referendum.. ma non votare è solo sputare sopra la democrazia..