lunedì 1 giugno 2009

Cronache dalla Fine del Mondo

A distanza di tre settimane, siamo ancora qui ad ascoltare le critiche alla vita privata del Premier Berlusconi e le sue noiosissime e scontate scuse, condite dagli immancabili attacchi alla Magistratura ed ai giornalisti.
In tutto questo caotico muover di labbra nessuno che ci dica qualche cosa delle imminenti elezioni, di come si debba andare al voto, di che cosa propongano candidati e partiti.
Tabula rasa.
Le nuove regole del gioco sono sempre scritte sulla falsa riga della giornata di Berlusconi, delle sue manie e mode dell'ultima ora. Dipendiamo da lui e non siamo in grado di rendercene conto, contenti di avere un clown (come lo definisce il Times) a rappresentarci.
Ce ne vogliamo fregare delle elezioni? Va bene. Ma a Luglio ci sarà il G8 de l'Aquila, e su quel versante come siamo messi? Perchè, se qualcuno se ne fosse già dimenticato, inizialmente il Grandi si sarebbero dovuti incontrare in cornice sarda, mentre poi, di volata e cavalcando l'onda emotiva, il Cavaliere aveva spostato la kermesse internazionale a l'Aquila, sproloquiando di investimenti milionari (circa undici milioni erano stati stanziati seduta stante), e tentando in questo modo di rapinare qualche migliaio di voti sfruttando l'emergenza.
Risultato: in Abruzzo si vive ancora nelle tende, nessuna indicazione di miglioramento.
I lavori per il G8? sono partiti? languono? nessuno ne parla. Siamo tutti accecati e distratti dal gossip Berlusconi. 

Ma che figura ci fa l'Italia (e noi) in tutto questo? all'estero, apparentemente, molto brutta visto che si stanno moltiplicando le voci di dissenso e di preoccupazione per il modo maccheronico in cui, al momento, il nostro Paese sta gestendo la crisi, e non solo quella economica. Ci si chiede (ma la domanda arriva dall'estero, non certo da casa nostra), come mai Clinton abbia dovuto render conto con impeachment del Pompino Lewinski, mentre Berlusconi addirittura fra sequestrare dalla Procura di Roma le foto che potrebbero (e dico potrebbero), essere fondamentali per una spiegazione del Presidente del Consiglio? Perchè pare che i voli di Stato vengano usati per i cazzi del Premier e nessuno si scandalizza? forse perchè in Italia è la norma? Per fortuna che c'è Frattini che, rassicura, il problema non sussiste poichè in Italia l'età minima per accondiscendere a rapporti sessuali è 14 anni e non 18, come se questo c'entrasse qualche cosa.

Nel frattempo, giunge la notizia che a Palermo è emergenza rifiuti (immancabilmente, come ogni anno all'inizio dell'Estate), ed allora ecco Bertolaso volare in Sicilia per risolvere l'ennesimo crisi.
Attualmente si trova impegnato per lo meno su tre fronti, due dei quali lo vedono con nomina speciale: i rifiuti di Napoli, l'Abruzzo e, adesso, Palermo.
Troverà il tempo, questo "eroe nazionale" di fare tutto? Magari, fra un paio di mesi, lo troveremo seduto in Parlamento, nella sua solita tuta chiara, con in mano incarico e poteri speciali per risolvere la crisi politica italiana.

Saluti

2 commenti:

amatamari ha detto...

Le forze al governo hanno pomposamente dichiarato che qs elezioni non erano tanto o solo europee quanto piuttosto politiche:
da loro non ho sentito uno straccio di programma politico tranne qualche frase strampalata di Maroni.

Blogger ha detto...

All'estero ci deridono, te lo confermo e sottoscrivo!
Blogger (ora a Madrid)
ITALY ITALIA